Atelier Antonia Sautter

Antonia Sautter è una designer ed imprenditrice nata a Venezia da padre tedesco e madre italiana, famosa per i suoi costumi che ricostruiscono l’eleganza delle epoche passate della storia italiana, dal XVI secolo fino agli anni ’20.
Grazie alla sua dedizione per le arti creative, la storia dei costumi, i tessuti e le antiche tecniche di alta sartoria, accompagnata dall’amore per l’artigianato d’eccellenza, Antonia Sautter è diventata una celebrità italiana.

Oltre all’alta moda, Antonia Sautter progetta e organizza eventi privati in tutto il mondo con il suo stile distintivo: il più notevole di tutti è Il Ballo del Doge, l’evento di lusso più esclusivo del Carnevale di Venezia, da lei organizzato annualmente fin dal 1994 nei tre piani di Palazzo Pisani Moretta, sul Canal Grande, bellissima residenza del XVI secolo.

L’idea del ballo è scaturita dall’incontro fra Antonia Sautter e Terry Jones, membro fondatore dei Monty Python. Jones era a Venezia per preparare un documentario storico per la BBC dedicato al tema della Crociate ed in tale contesto Antonia Sautter divenne responsabile della creazione dei costumi e delle scenografie. Dal suo coinvolgimento in questa avventura si sviluppa in lei l’idea di ricreare l’eleganza magica di epoche passate. Il Ballo del Doge cominci quindi a prendere forma fino ad essere considerato l’evento clou del carnevale veneziano. Ogni anno Il Ballo del Doge sviluppa un diverso tema che è concepito dalla visione artistica di Antonia Sautter. L’edizione 2017 appena conclusasi aveva come concept “Venezia è: so Splendid, so Magic so Glam, so You”. Il prossimo appuntamento, che avverrà il 10 febbraio 2018, rappresenterà un traguardo importante. Sarà infatti la 25°esima edizione del Ballo del Doge. L’evento è normalmente frequentato dai jet setters internazionali, VIP e aristocratici di tutto il mondo che sono felici di rivivere, indossando i costumi della designer veneziana, i fasti del carnevale più celebre del mondo. Ogni costume è unico, realizzato interamente a mano nel solco della tradizione artigianale dell’arte sartoria italiana.
Nel 1999, Antonia Sautter ha realizzato per il regista Stanley Kubrick parte delle maschere utilizzate nel suo film Eyes Wide Shut. Sue creazioni sono state utilizzate anche nelle produzioni teatrali e cinematografiche, in particolare in Antonio Vivaldi, un Prince à Venise di Jean-Louis Guillermou, (Francia, 2006) con Michel Serrault e Stefano Dionisi, di cui è stata costume designer ufficiale.

È con grande piacere che accolgo l’invito del Professor Zecchi a prendere parte al Padiglione Venezia in occasione della 57°esima Esposizione Internazionale d’Arte, il cui titolo di questa edizione, “Viva Arte Viva”, riassume perfettamente la mia filosofia ed il mio operato: io vivo per l’arte, la considero cuore pulsante della mia attività professionale, ad essa mi inchino quotidianamente e non posso che esprimere un grande “evviva!” per tutto ci che sottende alla creatività e all’elevazione umana attraverso l’arte. Anche il titolo del Padiglione Venezia “Luxus” è decisamente in linea con quanto realizzo. La Biennale di Venezia è sempre un grande palcoscenico che catalizza artisti da tutto il mondo e valorizza quell’arte viva di cui quest’anno se ne è fatto il perno centrale degli eventi e delle iniziative.

Antonia Sautter is a designer and entrepreneur born in Venice to a German father and an Italian mother, who is renowned for her costumes that recreate the elegance of the past ages of Italy’s history, from the 16th century up to the 1920s. Thanks to her dedication to the creative arts, costume history, textiles and ancient techniques of haute couture tailoring, accompanied by her love for artisan craftsmanship, Antonia Sautter became a distinguished Italian celebrity.

In addition to haute couture, Antonia Sautter plans and organizes private events worldwide with her distinctive style, the most notable of which is Il Ballo del Doge, the most exclusive luxury event of the Carnival of Venice. Il Ballo del Doge has been taking place since 1994 during Venice’s Carnival in Palazzo Pisani Moretta on the Grand Canal, a beautiful 16th century palace.

The concept of the ball developed after a meeting by chance between Antonia Sautter and Terry Jones, founding member of the Monty Python. Jones was in Venice to prepare a historical documentary for the BBC on the Crusades, and Antonia Sautter was in charge of the costumes and set designs. Her involvement in this venture sprouted in her mind the idea of recreating the magical elegance of past ages. From there, Il Ballo del Doge began to take shape. It is now considered the main event of the Venetian Carnival. Each year the event follows a different theme that is conceived by Antonia Sautter’s artistic vision. The most recent 2017 edition had as concept “Venezia è: so Splendid, so Magic so Glam, so You”. Moreover, the next appointment, which will take place on February the 10th, 2018, will reach a very important goal, as it will be the 25th anniversary of Il Ballo del Doge.
The ball dress code is very strict. Guests may only wear period costumes that they can find at the Atelier Antonia Sautter. The event is normally attended by international jet setters, VIPs and aristocrats from all over the world who are delighted to wear costumes created by the famous Venetian designer. Each costume is unique, made following the ancient skills of Italian tailor craftsmanship.
In 1999, she created for Stanley Kubrick some of the masks of his last film, Eyes Wide Shut. While her costumes are sought after particularly during the Carnival period, her works have also been used in theatrical and film productions, most notably in Jean-Louis Guillermou’s Antonio Vivaldi, un Prince à Venise (France, 2006) starring Michel Serrault and Stefano Dionisi.

It is with great pleasure that I accept the invitation of Professor Stefano Zecchi to take part at the Venice Pavilion for the 57th International Art Exposition, whose title for this edition, “Viva Arte Viva”, perfectly summarises my philosophy and my work. I live for the art, I consider it the pulsating heart of my professional activity, I bow to it every day and I can only rejoice for everything that implies creativity and human elevation through art. Even the title of the Venice Pavilion, “Luxus”, is very much in line with what I create. La Biennale di Venezia is a great theatre stage that catalyses artists from all over the world and values that live art, which this year has become the core centre of all events


Download Press Release PDF

VENETIA SRL, San Marco 1286, Venezia, Italy.
Phone +39 0412413802 fax +39 0415220307
www.ilballodeldoge.com  www.antoniasautter.it  info@ballodeldoge.com